I peperoni biologici

Fare agricoltura biologica significa sviluppare un modello di produzione di verdura fresca, frutta fresca ed ortaggi freschi nel massimo rispetto delle risorse naturali, al fine di preservare l'ambiente e la salute del consumatore.

Come tutte le varietà ortofrutticole più commercializzate a livello mondiale, anche i peperoni oggi sono coltivati in modo biologico e particolarmente negli ultimi anni sono emersi nuovi metodi e nuovi consigli per la coltivazione del peperone biologico, come sostiene un'indagine condotta dalle Unità di ricerca per l'orticoltura.
Sono sempre più frequenti infatti le ricerche atte a mettere a punto nuove tecniche di coltivazione biologica e di difesa del peperone con un basso impatto ambientale, considerata l'importanza economica e le problematiche fitosanitarie che si sono riscontrate nelle aree più coltivate per la produzione di peperoni al mondo.

Il peperone è una specie di origine tropicale, molto esigente da un punto di vista termico: per avere una condizione climatica ottimale per l'accrescimento e lo sviluppo del peperone, bisognerà dunque rispettare le temperature notturne di 16-18° e le temperature diurne di 24-26°.
Il terreno indicato per la coltivazione del peperone biologico dovrà essere di medio impasto, nonché ben strutturato, anche se viene frequentemente coltivato su terreni argillosi e sciolti, utilizzando le diverse tecniche agronomiche.
Meno indicato invece per  la produzione del peperone biologico risulta un terreno argilloso-limoso, dove i ristagni idrici in superficie e il compattamento, favoriscono l'attacco di parassiti e l'insorgere di fisiopatie che potrebbero compromettere la coltivazione di questo prodotto ortofrutticolo biologico.

Risulta fondamentale, per la pianta del peperone, garantire un discreto drenaggio e un regolare sviluppo dell'apparato radicale, che per sua caratteristica risulta poco vigoroso. Per fare ciò occorrerà eseguire lavorazioni relativamente profonde, in base al tipo di terreno che viene utilizzato.
Nella coltivazione biologica è consigliata la vangatura piuttosto che l'aratura, mentre per preparare la superficie del terreno è preferibile ricorrere ad una erpicata piuttosto che una classica fresatura.

E' ampia la gamma di varietà di peperoni, come quelle quadrate piuttosto che rettangolari o a corno più o meno allungato, come ampia è la gamma dei colori e delle pezzature della sua bacca. Tra le numerose varietà di peperoni, gli esperti sostengono che sia estremamente importante il privilegiare quella qualità dotata di resistenza genetica.

Se viene utilizzato un terreno di medio impasto o argilloso per la coltivazione del peperone biologico, è importante effettuare abbondanti concimazioni con letame compostato, circa 40 o 50 tonnellate per anno, o in alternava utilizzare altri concimi organici come ammendanti, così da soddisfare quello che è il fabbisogno nutritivo del peperone.

Il calendario dei trapianti nella coltura protetta del peperone biologico risulta assai più articolato rispetto a quello imposto per la coltura normale: in particolare, è possibile allungare il periodo di produzione dei peperoni per tutto l'anno.
La coltivazione del peperone biologico viene eseguita in serre costruite con strutture di zinco e ferro.
Infine, per quanto riguarda i metodi di irrigazione, sia in coltura protetta che in coltura a pieno campo viene utilizzata l’irrigazione localizzata in pressione sia a goccia che con manichetta forata, in quanto consentirà un'irrigazione regolare ed uniforme.

I prodotti ortofrutticoli provenienti da agricoltura biologica vengono ottenuti mediante l'applicazione di metodi produttivi che autorizzano il solo uso di sostanze di origine naturale.  Si tratta di un passaggio estremamente importante per il consumatore, poiché si delinea la qualità del processo e della filiera produttiva, garantite dall’etichettatura del prodotto ortofrutticolo biologico sul mercato internazionale, con aziende ortofrutticole produttrici di peperoni certificati secondo le norme dettate in materia di agricoltura biologica dall’Unione Europea, con il Regolamento Europeo 2092/91, successivamente abrogato con il nuovo CE 834/2007, istituito per tutelare l’ambiente. L’etichetta è così, di fatto, la “certificazione” di prodotti ortofrutticoli validi, sani e qualitativamente superiori.

Le varietà di peperoni più adatti all’agricoltura biologica sono:

  • CAJENNA PICCANTE CORTO: varietà di peperone di forma cilindrica e allungata, ha polpa sottile e molto piccante e buccia di colore rosso lucido a completa maturazione. Questo peperone piccante viene utilizzato sia fresco che essiccato, oltre che per la preparazione della paprika, spezia molto conosciuta a livello internazionale e originaria dell’Ungheria. Varietà di peperone precoce a pianta resistente e super produttiva.
  • CORNO DI TORO: varietà di peperone dalla pianta estremamente produttiva, ha dimensioni particolarmente grosse, a forma di corno allungato (può avere lunghezza che supera i 20 cm), e a completa maturazione può assumere colore rosso (con polpa molto saporita) o giallo (con polpa saporita e delicata). Questo varietà di peperone è ottima sia per il consumo fresco che per l'industria, oltre ad essere molto utilizzato in cucina, soprattutto nella preparazione dei peperoni ripieni o cotto alla griglia.
  • LUNGO DI NOCERA (denominato anche "FRIARIELLO"): varietà di peperone a forma di corno e dalla polpa dolce e saporita, si presenta di colore verde scuro quando ancora immaturo, mentre diventa di colore rosso a completa maturazione. In cucina questo peperone si può utilizzare quando ancora verde per la conservazione sottaceto o fritto.
  • LUNGO MARCONI: varietà di peperone dai frutti penduli, lunghi fino a 18cm. Peperone ricco di polpa dal medio spessore con tre lobi piccoli e di sapore dolce, può essere di colore rosso o giallo o verde.
  • PEPERONE DI SENISE IGP: varietà di peperone dalla forma allungata e spessore sottile, di colore verde o rosso porpora. Varietà che si conserva spesso essiccata per la sua particolarità di contenere poca acqua, questo peperone è quindi molto utilizzato per la produzione di spezie, ma anche consumato essiccato, accompagnato da formaggi e verdure fresche.
  • PEPERONE QUADRATO GIALLO E ROSSO: varietà di peperone a pianta vigorosa e produttiva, resistente alle più comuni malattie. Questo peperone è precoce, nonostante sia di grosse dimensioni ed ha forma quadrata. La polpa di questa varietà è carnosa, dal sapore dolce, e buccia che può virare al rosso o al giallo a completa maturazione.
  • TOPEDO (anche denominato "PEPERONE POMODORO"): varietà di peperone dalla forma leggermente appiattita e costoluta (simile a quella del pomodoro appunto), è molto utilizzato oltre che per il consumo fresco, anche per le conserve sottaceto o per il consumo ripieno, ed è molto apprezzato sui mercati a livello mondiale. Dalla pianta rustica e produttiva, questa particolare varietà di peperone ha polpa spessa e dolce, con buccia di colore rosso a completa maturazione.

Vedi anche:

Zipmec Newsletter

Accettazione privacy


Social network Zipmec.com

Seguici da subito sui migliori social network per restare sempre aggiornato sulle novità di Zipmec