Le varietà di Arance

Esistono diverse centinaia di varietà di arance, che principalmente possono essere divise in frutti a polpa rossa (es.Sanguinello, Tarocco, Moro…) e a polpa bionda (es. Navelina, Ovale, Washington Navel, Biondo comune…).
Una prima classificazione delle varietà di arance riguarda la distinzione tra arancio amaro ed arancio dolce. L'Arancio amaro (Citrus aurantium L.) è originario della Cina, e fu introdotto in Europa dagli Arabi nel X secolo; la polpa del suo frutto è acida, amarognola e ricca di semi; essa presenta una buccia di colore arancio e abbastanza sottile. L’arancia amara viene utilizzata soprattutto dall'industria alimentare, per la produzione di succhi di frutta (sia varietà a polpa bionda che rossa), canditi, frutta essiccata, oli essenziali estratti dalle bucce, per la pasticceria o per la produzione di liquori, come il celebre "Curaçao".
L'Arancio dolce (Citrus sinensis) è invece originario del Vietnam, India e Cina Meridionale, ed è l'agrume più coltivato nel mondo.

Un importante raggruppamento delle numerose varietà di arance riguarda la distinzione tra arance bionde con polpa giallo-arancio ed arance rosse.
Le arance rosse assumono una tipica colorazione rossa nella polpa grazie alla presenza di alcune antocianine non figuranti nella varietà bionda, ed hanno uno straordinario potere benefico, oltre ad un gradevole e polposo gusto. Sono a loro volta suddivise in due grandi gruppi:

1) arance pigmentate (varietà di arance tarocco, varietà di arance moro, varietà di arance sanguinello)
2) arance bionde (varietà di arance naveline, varietà di arance ovale, varietà di arance valentia, varietà di arance Washington Navel, ecc…)

Le varietà di arancio possono essere classificate in base a vari parametri:
- epoca di maturazione: da quelle precocissime (maturano fino a metà novembre; es. Navelina, Skaggs Bonanza), a quelle molto tardive (maturano fino a tutto maggio e oltre; es. Valencia Late);
- colorazione interna dei frutti: a polpa bionda (es. Ovale, Valencia Late, Belladonna) o pigmentata (es. Moro, Tarocco, Sanguinello, Sanguinello Moscato);
- contenuto in acidi;
- presenza dell'ombelico o navel: la presenza dell'ombelico è dovuta ad un fenomeno di sincarpia cioè dalla formazione di un secondo frutto, derivante da un secondo verticillo di carpelli; es. Washington Navel, Navelina, Thompson, Navelate, Golden Buckeye.
Un altro particolare sottogruppo è rappresentato dalle cosiddette “arance ombelicate”, che sono caratterizzate dalla presenza di un secondo, più piccolo frutto ancora in stato formazione all’interno dell’arancia stessa. Questo “ombelico” (detto navel) è inserito in corrispondenza dell’apice ed è una caratteristica distintiva di questo gruppo di agrumi; appartengono alle arance ombelicate le varietà Navelina, Washington Navel, Brasiliano.

Tra le numerose varietà di arance prodotte sul mercato ortofrutticolo mondiale, le più importanti sono:

  • Arancia rossa di Sicilia: L'Indicazione Geografica Protetta denominata Arancia rossa di Sicilia individua alcune varietà di arance a polpa rossa (tra cui le varietà moro, tarocco e sanguinello) che rispettano quanto previsto nel relativo disciplinare di produzione «Arancia rossa di Sicilia IGP» regolato dal Ministero per le Politiche Agricole. La coltivazione tuttavia avviene anche in Calabria e le arance prodotte devono sottostare a precisi vincoli in termini di pezzatura, tenore zuccherino, stato e modalità di conservazione.
  • Arancia di Ribera DOP (Denominazione di Origine Protetta), prodotta in provincia di Agrigento nelle varietà Brasiliano di Ribera, Washington Navel e Navelina;
  • Arancia del Gargano IGP(cultivar Biondo Comune del Gargano e Duretta del Gargano): l’arancia Duretta del Gargano, chiamata anche “Arancia Tosta”, presenta una forma ovale o rotonda, con una buccia liscia di colore arancio chiaro. La polpa è croccante, ambrata, con tessitura fine; i semi sono pochi se non addirittura assenti. Queste arance appaiono di pezzatura media, con un diametro di circa 55-60 millimetri.
  • Varietà di arancia Sanguinello e Sanguigno: si tratta di una varietà dalla forma oblunga, pigmentata, la polpa che va dal giallo arancio al rosso intenso, poco zuccherina e con elevato contenuto di acido citrico; essa contiene generalmente pochi semi. La varietà di arance Sanguinello proviene dalla Spagna, matura a Febbraio ma si conserva sulle piante fino ad Aprile. Oltre alla varietà di arancia “Sanguinello Comune” esiste anche la varietà di arancia “Sanguinello Moscato”, di origine siciliana, che si distingue dalla varietà comune per i frutti di dimensioni leggermente maggiori e dalla forma più allungata. Nel Sanguinello Moscato la buccia presenta sfumature rosse meno marcate rispetto alComune, ma la differenza principale è rappresentata dal particolare aroma fruttato della polpa, che richiama l’uva moscato.
  • Varietà di arancia Belladonna: dal frutto di pezzatura medio elevata (160-200 grammi), dalla forma ovoidale, con una buccia di color giallo carico, spessa, aderente alla polpa, a grana fine. La polpa è di colore arancio, tenera, succosa, di sapore gradevole, con pochi semi. Viene destinata tanto al consumo diretto quanto alla produzione di succo. La maturazione va da metà dicembre a febbraio - marzo. Il frutto presenta una ottima resistenza sulla pianta. La commercializzazione avviene dalla seconda decade di dicembre ad aprile. La raccolta viene effettuata manualmente.
  • Varietà di arancia Biondo Comune: si tratta di un’arancia dalla forma sferica o piriforme; la varietà di arancia Biondo Comune è caratterizzata da una pezzatura medio-grande (diametro minimo 60 millimetri), con una buccia giallo-dorato intenso, sottile e resistente ed a grana fine. La polpa è di colore arancio e si distingue per il suo sapore gradevole e dissetante; la resa in succo è molto elevata. I semi nella polpa sono in genere assenti o in numero molto ridotto.
  • Varietà di arancia Brasiliano: questa varietà di arancia appartiene al gruppo delle navel. Le arance Brasiliano si raccolgono da dicembre alla prima metà di aprile, e presentano una polpa croccante, saporita e con una percentuale di acidità piuttosto bassa.
  • Varietà di arancia Moro: questa varietà di arance è di origine italiana, e si caratterizza per la polpa di colore arancio-rosso intenso dovuta alla presenza di grandi quantità di pigmenti (antociani). Il frutto è di forma ovaidale o sferica, con un apice troncato ed una base più arrotondata. La buccia è di medio spessore e di colore arancio, con sfumature di tonalità rosso vinoso e di grana medio-fine. La polpa della varietà Moro è succosa, di tessitura fine ed acidità elevata, totalmente priva di semi. L’arancia Moro si trova sul mercato sin dalla prima decade didicembre fino alla fine del mese di febbraio; la sua conservabilità è buona (sino a 30-50 giorni dalla raccolta), a patto che i frutti vengano mantenuti alla temperatura di 8-10 °C con umidità abbastanza elevate al fine di evitarne la disidratazione.
  • Varietà di arancia NAVEL: questo gruppo di arance (Navelina, Washington Navel e Navelate) sferoidale con base arrotondata, a volte troncata e percorsa da solchi poco profondi, è caratterizzato da grande pezzatura. Presenta frutti dalla buccia uniformemente colorata di arancio intenso, papillata e dalla forma regolarmente sferica. La polpa ha color arancio uniforme, grossolana, tenera e poco succosa. Le arance Navel sono disponibili sul mercato da ottobre fino a tutto maggio.
    È un gruppo varietale molto diffuso ed apprezzato dal mercato, per la squisitezza della polpa e la dolcezza del succo, tipicamente di colore giallo biondo.
  • Varietà di arancia Navelina: varietà che appartiene alla categoria delle navel, ovvero presentano un secondo, piccolo frutto in formazione al proprio interno. Questo ombelico è di piccole dimensioni, e talvolta si presenta chiuso e non visibile dall’esterno. Di origine californiana, le arance Navelina appaiono di pezzatura grande, dalla forma sferica o leggermente allungata con una buccia di colore arancio giallo intenso, talvolta tendente al rosso, di spessore medio e grana medio-fine. La polpa è arancio, di tessitura media e dal sapore gradevole e zuccherino; la Navelina è un’arancia moderatamente succosa e totalmente priva di semi. La maturazione si conclude tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre.
  • Varietà di arancia Washington Navel: è una varietà di arance da mensa conosciuta anche con il nome di “Brasiliano”, poiché questa cultivar di arancio arriva principalmente dalla regione di Bahia, in Brasile. Queste arance sono per diffusione le seconde varietà di arance più coltivate al mondo, dopo la varietà Valencia. Le arance Washington Navel sono di pezzatura elevata e presentano una forma sferica, leggermente ellittica o ovoidale; maturano dalla metà di dicembre sino a marzo. Caratteristica tipica delleWashington Navel, così come delle altre varietà ombelicate, è la presenza dell’ombelico di dimensioni variabili, che può presentarsi anche chiuso. Le arance Washington Navel si distinguono dalle “cugine”Navelina per le dimensioni maggiori; la loro buccia è di medio spessore, di colore arancio intenso e grana medio-fine, ed il contenuto di succo è elevato. La polpa è croccante e dal sapore gradevole, non troppo acido, dal colore arancio intenso che varia a seconda del grado di maturazione.
  • Varietà di arancia Navelate: si tratta di una varietà di arance il cui frutto è di pezzatura medio elevata (200 grammi), di forma ovoidale schiaciata ai poli, con ombelico (navel) ridotto. La buccia è di color da arancio tenue uniforme, con superficie mediamente papillata, di spessore medio, non facilissimo da asportare. La polpa è di colore arancio, tenera, a tessitura grossolana, mediamente dolce, mediamente acida, molto succosa (resa di oltre il 30%) e completamente priva di semi. Viene destinata tanto al consumo diretto quanto alla produzione di succo.
  • Varietà di arancia Ovale Calabrese: la varietà Ovale Calabrese è tipicamente italiana; essa produce frutti dalla caratteristica forma ovale, con base leggermente solcata. Si tratta di un’arancia a maturazione tardiva (la più tardiva tra le varietà di arance Bionde), che si può trovare a partire da marzo sino al mese di maggio. Questa varietà è sempre più rara da trovare, ma molto apprezzata per le sue caratteristiche qualitative eccellenti. La buccia è sottile e resistente, di grana medio-fine e dal colore giallo aranciato intenso. All’interno è racchiusa una polpa di colore arancio, di sapore gradevole e dolce con un numero di semi particolarmente ridotto. La resa in succo è elevata, perciò la Ovale Calabrese è particolarmente adatta per le spremute.
  • Varietà di arancia Tarocco: si tratta di una varietà pregiata, in genere priva di semi. Essa è disponibile sul mercato ortofrutticolo mondiale da metà Dicembre fino alla fine di Maggio, ed è adatta sia per il consumo (quelle di pezzatura più grande) che per spremute (quelle più piccole). Le arance della varietà Tarocco sono fra le più apprezzate e richieste sul mercato. Il frutto è di forma ovoidale con una base larga ed un apice lievemente infossato; possiede una buccia fine di spessore sottile o medio, dal colore giallo-arancio tendente all’arrossato su oltre metà della sua superficie. La polpa dell’arancia Tarocco è anch’essa gialla-aranciata, con screziature più o meno intense di colore rosso. La tessitura è fine, succosa e profumata, e la polpa è priva di semi; l’arancia Tarocco è mediamente zuccherina e poco aspra. Il periodo di commercializzazione tipicamente va dalla metà di dicembre sino alla fine di maggio; le arance Tarocco si conservano anche per due mesi a basse temperature e in ambienti dalla buona umidità dell’aria. Il profumo e la dolcezza della polpa, oltre che la ricchezza di succo, ne fanno una delle varietà più richieste tra gli estimatori delle "arance pigmentate".
  • Varietà di arancia Newhall: il frutto di questa varietà d’arancia è di pezzatura medio grossa (150-220 grammi), di forma ovoidale o sferoidale, provvisto di umbone. La buccia è di color da giallo tenue ad arancio intenso, con superficie mediamente papillata, di spessore medio. La polpa è di colore arancio, tenera, a tessitura grossolana, mediamente dolce, mediamente acida, moderatamente succosa (resa di oltre il 30%) e completamente priva di semi. Viene destinata tanto al consumo diretto quanto alla produzione di succo.
  • Varietà di arancia Thompson: si tratta di un'arancia da mensa di colore giallo sole; la forma è oblunga verso i poli, per apparire quasi un ovale; gli spicchi hanno una grana media ricca di succo e, nel periodo di piena maturazione, ha un sapore dolce e delicato. Il periodo di maturazione va da febbraio ad aprile. I calibri commercializzati sono esclusivamente 0 (92-110) e 1 (87-100).
  • Varietà di arancia Belladonna, dal frutto di pezzatura medio elevata (160-200 grammi), dalla forma ovoidale, con una buccia di color giallo carico, spessa, aderente alla polpa, a grana fine. La polpa è di colore arancio, tenera, succosa, di sapore gradevole, con pochi semi. Viene destinata tanto al consumo diretto quanto alla produzione di succo. La maturazione va da metà dicembre a febbraio - marzo. Il frutto presenta una ottima resistenza sulla pianta. La commercializzazione avviene dalla seconda decade di dicembre ad aprile. La raccolta viene effettuata manualmente
    Varietà di arancia Valencia: si tratta della varietà di arancia più coltivata al mondo e piuttosto diffusa anche in Italia. Presenta una forma leggermente sferoidale, dalla buccia di colore arancio e di spessore medio-fine. Si tratta di un’arancia bionda, dalla polpa giallo aranciato di tessitura media e molto succosa, priva di semi. È un’arancia che matura decisamente tardi: la raccolta comincia verso aprile, ma può proseguire sino a giugno inoltrato.

Vedi anche:

Zipmec Newsletter

Accettazione privacy


Social network Zipmec.com

Seguici da subito sui migliori social network per restare sempre aggiornato sulle novità di Zipmec