Le varietà di uva

Sono innumerevoli le varietà di uva prodotte sia per la lavorazione (vini, sciroppi, succhi, bevande alcoliche) sia per il consumo fresco: tradizionalmente, almeno per quanto riguarda il commercio di uva da tavola, si può optare per l’uva rossa o l’uva bianca. Ma, oltre alle caratteristiche fisiche delle singole uve, anche le qualità organolettiche e le caratteristiche chimiche variano profondamente da una varietà all’altra di uva.
Certo è che la produzione di uva, il commercio di uva, l’ingrosso di uva, l’importazione di uva, l’esportazione di uva e la sua lavorazione, la produzione di uve biologiche e di uve apirene sono settori sempre più in crescita all’interno del mercato ortofrutticolo internazionale e nel settore dell’economia agricola mondiale.
Tutte le uve apirene commercializzate per il consumo fresco, appartengo al gruppo delle stenospermocarpiche; le loro bacche in sezione presentano, in forma variabile, rudimenti di vinaccioli abortiti.
Relativamente alla presenza dei semi, nella vite si possono distinguere tre tipologie di bacche aventi caratteristiche differenti:
Uve con semi - In queste uve il processo fisiologico prevede l'impollinazione del fiore e la successiva fecondazione, due eventi biologici fondamentali per l'allegagione e la formazione di acini con uno o più semi. A questo gruppo appartengono numerose varietà come: UVA Italia, UVA Vittoria, UVA Regina, UVA Red Globe, ecc..
Uve stenospermocarpiche (definite di tipo Sultanina) - In queste uve il processo fisiologico prevede l'impollinazione del fiore, la fecondazione e il successivo aborto del seme. L'acino formato arresta precocemente lo sviluppo e la bacca rimane di dimensioni ridotte. Il breve periodo di sopravvivenza del piccolo seme in fase di crescita è sufficiente tuttavia a fare allegare la bacca e a produrre ormoni stimolatori della crescita (citochinine, gibberelline). Con la morte dell'embrione cessa anche l'azione degli ormoni e per questo motivo la bacca assume uno sviluppo limitato. I semi (vinaccioli) abortiti si atrofizzano e rimangono soltanto piccoli rudimenti di consistenza variabile da erbacea a semilegnosa.
A questo gruppo appartengono le varietà apirene commercializzate: UVA Early Red, UVA Early Gold, UVA Regal, UVA Sugraone, UVA Perlon, UVA Centennial, UVA Thompson, UVA Crimson, ecc. In ogni caso le uve apirene commercializzate non presentano un’apirenia perfetta, e pertanto si dovrebbero definire "uve con seme non percettibile": questo aspetto è evidente anche in altri frutti, ad esempio nelle nuove varietà di angurie "seedless" sono presenti i semi atrofizzati che appaiono di colore biancastro.
Uve partenocarpiche (definite di tipo Corinto) - In queste uve l'impollinazione non è seguita dalla fecondazione. L'allegagione e l'accrescimento dell'acino sono determinati soltanto dall'azione stimolativa ormonale indotta dall'impollinazione che porta le cellule dell'ovario a dividersi e a moltiplicarsi. In queste uve non si ha fecondazione e pertanto, le bacche presentano uno sviluppo molto limitato (dimensioni ridottissime, nettamente inferiori alle uve stenospermocarpiche), forma rotondeggiante, apirenia perfetta e assenza totale di vinaccioli. Attualmente non hanno interesse commerciale.
Tra le innumerevoli varietà di uva da tavola, possiamo ricordare le più prestigiose:

  • UVA CARDINAL: Ottenuta nel 1939 nella Stazione di Orticoltura di Fresno, in California, la Cardinal è considerata una delle migliori varietà di uva precoce, pur manifestando una scarsa resistenza alla manipolazione ed al trasporto. Tale caratteristica si manifesta anche sulla pianta, per cui l'uva Cardinal, una volta raggiunto il grado di maturazione ottimale, va raccolta immediatamente. La varietà di uva Cardinal presenta grappoli abbastanza grandi, allungati, di bell'aspetto e colore rosso violaceo, con una buccia di medio spessore, pruinosa ed una polpa leggermente croccante, dal sapore gradevolmente dolce. È disponibile sul mercato ortofrutticolo da luglio a settembre.
  • UVA DAWN SEEDLESS: Vitigno di uva da tavola apirena, ottenuto a Davis, in California, dal Prof. H. P. Olmo incrociando "Gold x Perlette". Di buona produttività e qualità specialmente per le caratteristiche della polpa che è croccante e dell'epidermide di colore giallo. L'acino, di media grossezza, (3/4 g.), è di forma arrotondata ellittica. Il grappolo è abbastanza grande, di forma piramidale cilindrica, semi serrato, con peso medio di 700 g. circa. Matura a fine luglio, inizio agosto.
  • UVA DIAMANTE: Vitigno, con semi, ottenuto in Argentina, dal Dr. A. Gargiulo. È molto interessante sia per la precocità che per la forma del grappolo ed il gusto della bacca. Questa varietà di uva matura nell'ultima decade di agosto. L'acino, che pesa circa 10/12 grammi, è di forma cilindro- ovoidale, con buccia consistente o quasi, di colore giallo, pruinosa. Il grappolo è grande, con un peso medio di circa 700g., di forma tronco-conica o piramidale, a volte alato con un'ala, abbastanza spargolo. Possiede polpa croccante e succosa di sapore neutro, con ottima resistenza allo schiacciamento.
  • UVA IMPERATRICE: Cultivar ottenuta dal Dr. A. Gargiulo (Argentina) incrociando "Emperor x Sultanina". Il grappolo è da grosso a grossissimo, di forma conico-piramidale, semi spargolo, spesso alato. L'acino è di media grandezza, ovoidale con buccia pruinosa di colore rosa; la polpa, carnosa, ha sapore caratteristico. Apirena o con pochi rudimenti di semi, la qualità dell'uva prodotta da questo vitigno è buona sia per il consumo allo stato fresco nonché per l'industria di conservazione. È a maturazione medio-tardiva (inizio di settembre).
  • UVA ITALIA: È stata ottenuta dal Prof. Pirovano incrociando "Bicane x Moscato d'Amburgo". Per la bellezza dei suoi grappoli, grandi e in giusta misura spargoli, è una delle più apprezzate uve da tavola. È un cultivar di grande vigoria e di ottima fertilità, possiede grappolo grande, conico piramidale, alato con 1 o 2 ali, del peso medio di 600/800 g. tra i più pesanti in assoluto. Gli acini, nei quali sono presenti 2 o 3 semi, sono ovoidali con buccia pruinosa, consistente, di colore giallo dorato e possono essere anche di 12/15 g. o più se viene eseguito il diradamento. La polpa è croccante con delicato e gradevole aroma di moscato; le caratteristiche qualitative sono : zuccheri 14-15%, acidità totale 4,5x1000, pH 3,45. Resiste ottimamente ai trasporti ed alla conservazione. Matura nella seconda - terza decade di agosto; se sotto serra, anticipa la maturazione a fine luglio.
  • UVA MATILDE: Vitigno ottenuto da P. Mauro incrociando "Italia x Cardinal". Il suo grappolo è grande, di forma cilindro conica o piramidale, abbastanza spargolo, con peso medio di 5/600 g. La bacca (con 2 semi) è medio - grande, circa 7/8 g. di forma ovoidale con buccia pruinosa di colore giallo; polpa croccante di sapore aromatico. È di buona vigoria, molto fertile ed ottimo per la precocità e per l'aspetto del grappolo.
  • UVA MELISSA: è una varietà di uva apirena senza semi, ottenuta in California da D. Ramming e R. Tarallo, brevettata con il nome di Melissa e successivamente rinominata Princess seedless. È una varietà che presenta acini cilindrici di colore verde chiaro con leggero sapore di moscato. Matura contemporaneamente alla varietà Thompson. Da alcuni anni è coltivata in Italia in forma sperimentale in alcune aziende viticole della Puglia. Si tratta di una varietà di uva da tavola bianca, molto produttiva, caratteristica per la bellezza del suo aspetto estetico, la dimensione dei suoi acini e la buona conservabilità in frigo e sulla pianta. È disponibile sul mercato da fine agosto. Il grappolo è medio - grande, conico, non troppo compatto. Gli acini si presentano grandi, di forma cilindrica - ellittica, con una polpa croccante di gusto aromatico ed una buccia di colore giallo-verde.
  • UVA MICHELE PALIERI: Vitigno interessante per l’aspetto del grappolo e per la precocità. È stato ottenuto da M. Palieri a Velletri (Roma) incrociando "Alphonse Lavallée x Red Malaga". La forma del grappolo è medio - grande, cilindro piramidale alato, spargolo, con peso medio di 5/600 g. La bacca, con 1 o 2 semi, è di media grandezza (circa 7/8 gr.) ovoidale, con buccia mediamente consistente, pruinosa, di colore nero violaceo. La polpa è croccante, dolce, di sapore neutro. Matura nella prima decade di settembre o anche prima se coltivata in serra.
  • UVA PASIGA: È fra le più interessanti uve da tavola apirene per il consumo allo stato fresco. Ottenuta dal Dr. A. Gargiulo (Argentina) incrociando "Alphonse Lavallée x Sultanina" ha grappolo medio- grosso, di forma conico - piramidale, alato, giustamente spargolo, cone peso medio di 500 g. circa. La qualità è buona: infatti assieme alla discreta dimensione della bacca di colore blu - nero, possiede un acino di circa 4 g. con polpa croccante e piacevolmente dolce. Matura nella seconda decade di agosto.
  • UVA PERLON: Ottenuta dal Dr. A. Gargiulo in Argentina incrociando "Emperor x Perlette". Vitigno di uva da tavola apirena adatta sia per il consumo allo stato fresco, sia per le utilizzazioni industriali. Il suo grappolo è di forma tronco-conica, semi compatto con peso medio di circa 600/700 g. La bacca è di media grandezza, (5 g. circa), ovoidale, con buccia pruinosa di colore violaceo; la polpa h croccante, con semi appena accennati, di sapore neutro, leggermente acidulo. Matura all’inizio di settembre. È tra i vitigni apireni, uno dei più promettenti.
  • UVA PIZZUTELLO BIANCA: varietà di uva bianca da tavola dolcissima, dall’acino molto allungato, con ottime caratteristiche qualitative e molto buona resistenza sulla pianta. Questa particolare varietà di uva è decisamente buona anche per la conservabilità e la resistenza ai trasporti, ed è disponibile da fine agosto a novembre inoltrato. Ha un grappolo di grandezza medio - grande, cilindrico - conico o piramidale, mediamente spargolo, alato e talora acinellato, dal peso di circa 300-400 grammi. Gli acini sono medio - grandi, caratteristicamente allungati ed appuntiti, piriformi, ricurvi a mezza luna, con una buccia leggermente pruinosa, abbastanza sottile ma resistente, di colore verde-gialla o giallo-dorato carico, ed una polpa croccante, a sapore semplice, dolce e molto gradevole.
  • UVA RED GLOBE: Ottenuto a Davis, in California, dal Prof. H.P. Olmo, è un vitigno di uva da tavola con semi molto interessante per l’epoca di maturazione tardiva (terza decade di settembre), ma soprattutto per la sua capacità di resistenza nelle fasi di trasporto, della conservazione in frigo e della commercializzazione. Il grappolo, grande, con peso medio di circa 6/700 g., è di forma cilindropiramidale, alato con 1 o 2 ali, semiserrato. Acino grande, quasi sferico, con buccia pruinosa non molto consistente, di colore rosso bluastro. Polpa croccante di sapore neutro, con caratteristiche qualitative medie.
  • UVA REGINA BIANCA: È originaria dell'Oriente, forse della Siria, ed è, tra le uve da tavola con semi, il vitigno più diffuso; ha molti sinonimi quali: Mennavacca, Regina di Firenze, Dattier di Beyrouth, Rosaki, Bolgar, ecc. Il grappolo è grande, di forma cilindrico - piramidale, spargolo, alato con 1 o 2 ali, con peso medio di 4/500 g. L'acino, medio grande ha forma oblunga - ellittica, con buccia pruinosa, abbastanza spessa, di colore giallo; la polpa è croccante a sapore neutro. Matura nella seconda o terza decade di settembre.
  • UVA REGINA DEI VIGNETI: Vitigno di uva da tavola con semi, ottenuto incrociando "Regina Elisabetta x Perla di Csaba". Il grappolo, da medio a medio- grande, è di forma cilindro conica, alato e semiserrato, con peso medio di 4/500 g. circa. La bacca, del peso di 6/7 g. circa ha forma quasi tondeggiante con buccia mediamente spessa e di colore giallo dorato; la polpa, semi-croccante, è dolce e con leggero sapore di moscato. Cultivar apprezzata per la sua precocità. Matura, se coltivata sotto serra, tra fine giugno e inizio luglio.
  • UVA VITROBLACK 1: Ottenuta nel 1994 da "Vitroplant". E' varietà di uva apirena nera molto produttiva e precocissima. A completa maturazione si presenta nera con ottime caratteristiche organolettiche ed un buon sapore zuccherino.
  • UVA VITTORIA: Ottenuta presso l'Istituto Dragasani (Romania) incrociando "Cardinal x Afuz Alì" e diffusasi inizialmente in Grecia e successivamente in Italia. Il grappolo è medio grande con peso di 6/700 g. a volte alato o con un'ala, semispargolo. L'acino è medio - grosso, di forma oblunga o ellittica con peso di 7/8 g.: buccia pruinosa di colore giallo abbastanza consistente, la polpa è croccante e possiede sapore neutro con zuccheri 15%, pH 3,40 e acidità totale 5,50x1000. Vitigno di uva da tavola con semi, molto apprezzato dai consumatori anche per l'epoca di maturazione: fine luglio, anticipata a inizio-metà luglio, se coltivata sotto serra.

Vedi anche:

 

Zipmec Newsletter

Accettazione privacy


Social network Zipmec.com

Seguici da subito sui migliori social network per restare sempre aggiornato sulle novità di Zipmec