Fragole - storia, produzione, commercio

La fragola, il cui nome scientifico è Fragaria vesca, F. viridis, o F. moschata , è un frutto di forma triangolare, di colore rosso, costellato di piccoli puntini, che tutti ben conosciamo per il profumo intenso ed il sapore delizioso.
In realtà la fragola è definita impropriamente frutto, perché il frutto vero e proprio è composto dai piccoli puntini che circondano la fragola stessa e che erroneamente vengono chiamati semi.
Non sono ben definite le origini della fragola: alcune fonti la considerano originaria dell’Europa, in particolar modo dell’area alpinica, mentre altri considerano la fragola originaria del Cile, da dove un ufficiale francese, agli inizi del Settecento, ne importò in Europa le piante madri utilizzate come base per la costituzione dell'ibrido Fragaria x ananassa, a cui appartengono tutte le varietà di fragole attualmente diffuse.
Storicamente però pare che la fragola fosse presente già sulle tavole dell'antica Roma: questo frutto infatti soleva comparire in coincidenza con le feste in onore di Adone, alla morte del quale, come narra la leggenda, Venere pianse copiose lacrime, che, giunte sulla terra, si trasformarono in piccoli cuori rossi: le profumatissime fragole.
Secondo altre leggende popolari più recenti, ma che si perdono comunque nella notte dei tempi, la fragola sarebbe in grado di proteggere dal morso di vipere e serpenti: per scongiurare il pericoloso veleno di questi animali si dice si debba raccogliere le foglie della piantina il giorno di San Giovanni. Chi avesse dunque raccolto le foglie il 24 di giugno, le avesse fatte essiccare al sole e poi le avesse intrecciate per farne una cintura, sarebbe stato tutelato da eventuali morsi, spesso letali, di vipere e serpenti ! Certo si tratta di credenze popolari legate alla tradizione contadina italiana, ma sono sempre leggende che rendono la fragola ancora più eccellente fra tutti i frutti che arrivano sulla nostra tavola.
Fino al XVII secolo, in Europa venivano coltivate piante di specie selvatiche autoctone (Fragaria vesca, F. viridis, o F. moschata) ed altre varietà di fragole introdotte dall'America del Nord (F. virginiano): in particolare, con l'introduzione della specie americana, la pianta di fragola produceva frutti molto più grossi.

Zipmec Newsletter

Accettazione privacy


Social network Zipmec.com

Seguici da subito sui migliori social network per restare sempre aggiornato sulle novità di Zipmec