immagine

zipmec

Local
Roma

24042017

Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)Español(Spanish Formal International)
Banner
Notice
  • Joom!Fish router plugin not installed correctly. Plugin not executed

Mele - storia, produzione, commercio

Non ci sono traduzioni disponibili.

LA MELA
“Una mela al giorno.. toglie il medico di torno”: la mela è forse il frutto più valutato dalla moderna dietologia.

La mela è il frutto del melo (Malus domestica, Borkh. 1760), una pianta da frutto appartenente alla famiglia delle Rospceae.
Il melo ha origine in Asia centrale, e si pensa risalga già all’era Neolitica, dove pare vi fossero gli antichi antenati degli attuali meli botanici.

La pianta del melo presenta radici striscianti e poco profonde, con una chioma espansa ed una corteccia liscia di color cenere.
La notevole resistenza al freddo consente al melo un'area di diffusione assai vasta e la sua coltivazione può interessare anche le zone più settentrionali del pianeta, giungendo fino ai 1.000 metri di altitudine.

In Italia il commercio di mele è particolarmente fiorente, poiché esse sono coltivate pressoché in tutte le regioni, anche se è negli ambienti più freschi e nelle zone pedemontane che la mela trova la sua migliore collocazione, dal momento che qui si sviluppano le caratteristiche organolettiche di maggior pregio.

Per quanto si riferisce al terreno, il melo può essere considerato come il meno esigente fra tutti gli alberi da frutto; tuttavia esso predilige terreni senza ristagni idrici, sufficientemente dotati di humus , con una discreta quantità di calcio. L’albero produce dei frutti, appunto le mele, che sono innumerevoli per varietà e qualità: ogni specie ha caratteristiche peculiari e differenti rispetto alla raccolta ed alla maturazione dei frutti stessi.

Moltissime varietà di mele hanno anche una certificazione IGP, come la famosissima Mela della Valtellina in Trentino.

La mela è comunque il frutto più destagionalizzato che vi sia, in quanto lo si può reperire tutto l'anno, grazie agli importatori ed esportatori di mele, ai grossisti di mele ed alle aziende ortofrutticole in primis, ma anche grazie al fatto che esistono innumerevoli varietà di mele (di cui alcune già irreperibili o estinte nei meandri della storia) che vengono prodotte in tutte le aree della terra e distribuite poi sul commercio di mele.

La mela si presenta nelle più svariate forme e dimensioni: può avere una buccia liscia o rugginosa, di colore verde, giallo o rosso, con macchie e striature. La polpa è bianca o giallognola, soda o succosa, di sapore dolce o acidulo, a volte farinosa. Vi sono mele da tavola con diversi periodi di maturazione e mele da sidro diffuse nei Paesi nordici e in Francia.

Consultate sul nostro sito www.zipmec.eu l’elenco delle aziende di mele presenti sul database ortofrutticolo più vasto e aggiornato.

Vedi anche:

 

LA PRODUZIONE DI MELE
La maturazione naturale della mela varia solitamente da fine agosto a metà ottobre, ed il commercio di mele dura solitamente tutto l’anno: per questa ragione, anche l’ingrosso di mele e l’import/export di mele sono mercati particolarmente redditizi; la disponibilità alla conservazione naturale dei frutti è infatti drasticamente diversa nelle diverse varietà, ma, grazie agli elevati contenuti in acidi organici, solitamente la sua conservazione varia da uno a quattro mesi, e per questo può sempre essere immessa nel mercato dell’ortofrutta per la vendita.

Nella conservazione industriale di mele e nella lavorazione delle mele sono importanti le condizioni fisiche: dopo il raccolto infatti, le mele devono essere conservate ad una temperatura da 1.0 a 3.5 °C con un’umidità relativa del 59-68%. Per conservazioni prolungate si ricorre invece a conservazioni in celle con atmosfera controllata, per poi essere distribuite sul commercio ortofrutticolo e vendute mele all’ingrosso da grossisti, importatori di mele, esportatori di mele ed aziende certificate per mele.

La mela ha un notevole potere antiossidante e contiene vitamine importanti come la vitamina A, le vitamine B1, B2, B6, E e C, la niacina e acido folico, insieme a flavonoidi e carotenoidi, dall'effetto antiossidante.
Le mele sono destinate a tutti i settori, dal campo dell’ortofrutta alla cosmesi: esse prevalentemente sono legate al consumo da tavola, sia immediato sia per la preparazione di gustose ricette. La mela tuttavia si presta anche ad essere utilizzata per innumerevoli altri scopi, dalla distribuzione su scala industriale attraverso grossisti di mele, importatori di mele, esportatori di mele ed aziende ortofrutticole certificate per mele che si occupano della distribuzione e della lavorazione di mele per i più vari usi, dal consumo di mele da tavola fino all’uso cosmetico per la produzione di creme di bellezza.
L'utilizzazione industriale delle mele riguarda la produzione, la distribuzione di mele e la vendita di mele maggiormente per l'industria dolciaria, per la quale sono idonee numerose mele delle varietà Golden Delicious, Rome Beauty, Costa's Trade, Imperatore e di Blanche Neve.
Altre destinazioni nell’industria sono anche le produzioni di succhi di mela, sidro, olio di semi di mela, molto utilizzato nei paesi del nord Europa ed ottenuto come sottoprodotto dalla produzione del succo di mele e del sidro), produzione di mele per alcol da distillazione e fermentati.

Per quanto riguarda il marchio di produzione delle mele esso è essenziale perché garantisce norme restrittive sull'uso di sostanze chimiche; si può ricorrere alle sempre più diffuse mele biologiche o a mele dai marchi conosciuti, mentre è meglio diffidare di mele "anonime" soprattutto lontano dalla stagione tipica della qualità di mela considerata.

La mela è un vero e proprio farmaco naturale ed un valido alleato nella prevenzione di patologie e disturbi, poiché non contiene grassi né proteine e apporta pochissimi zuccheri (10 g per 100 g di frutto) e calorie (circa 40 per 100 g di mela). In compenso le mele sono ricchissime di Sali minerali e vitamine del gruppo B, che giovano alle mucose intestinali e della bocca, combattendo l’impoverimento di unghie e capelli e aiutando a superare stanchezza e inappetenza. L’acido citrico e l’acido malico, presenti anch’essi nella mela, contribuiscono al benessere dell’organismo, favorendo la digestione e mantenendo inalterata l’acidità dell’apparato digerente. Le virtù della mela tuttavia non sono esaurite: la mela infatti è anche il frutto più indicato per i diabetici, poiché contiene il fruttosio, uno zucchero che viene metabolizzato senza il ricorso all’insulina, e una percentuale di fibre, tra cui la pectina, sostanza che aiuta a tenere sotto controllo la glicemia, rallentando l’assorbimento degli zuccheri. La mela ci aiuta anche a respirare meglio, per la presenza di vitamina C; combatte il colesterolo cattivo (LDL) e aiuta quello HDL, cosiddetto “buono”, azione svolta efficacemente dalla pectina.
Previene inoltre le malattie cardiovascolari e il cancro, grazie alla forte presenza di antiossidanti come i bioflavoinoidi.

La mela è a pieno titolo nel mercato ortofrutticolo mondiale, e grande rilevanza per la produzione e la distribuzione di mele, oltre all’Italia, rivestono in particolare l’Asia, la Russia e l’Europa; si ritiene infatti che in Europa le organizzazioni di produttori di mele svolgano un ruolo molto rilevante: esse si trovano in un momento piuttosto favorevole grazie anche alle politiche di commercializzazione orientate dall‘Unione Europea.

La produzione di mele nel mondo è di oltre 63 milioni di tonnellate, con una sola produzione di mele italiana di 2.142.000 tonnellate, di cui circa il 46% provenienti dall’Alto Adige (978.000 tonnellate), che con 18.000 ettari di superficie coltivata rappresenta la culla europea della produzione di mele e distribuzione delle mele.

Anche l’attenzione alle varietà più di successo e il rinnovamento varietale della mela sono fattori che hanno reso il produttore di mele avvantaggiato nella coltivazione di questo frutto, leader in tutto il mondo.

 

Vedi anche:

 

LE VARIETA’ DI MELE

Si è soliti distinguere le varietà di mela in base all'epoca di maturazione della stessa, che può avvenire in estate, autunno ed inverno: risulta molto ricco l'assortimento delle mele autunnali, che, opportunamente conservate, possono durare fino alla successiva primavera.
Tra le varietà di mele coltivate e distribuite sul mercato ortofrutticolo, riportiamo di seguito le più diffuse:

  • La mela Annurca è una varietà di mela largamente coltivata e prodotta nelle regioni meridionali italiane, in particolare in Campania; questa mela presente una buccia di color rosso vinoso, la polpa bianca con un sapore dolce-acidulo e lievemente profumata; il produttore della mela Annurca solitamente raccoglie tra settembre ed ottobre questa particolare varietà, che si conserva tranquillamente fino a primavera avanzata. Essa è ideale sia per il consumo da tavola che per la lavorazione della mela da industria, ed è largamente esportata nel mondo.
  • Vi è poi la mela Breabrun, che ha la caratteristica di essere croccantissima e aromatica, diffusamente coltivata e importata ed esportata nel mondo da grossisti di mele ed aziende ortofrutticole. La mela Braeburn si presenta soda al tatto, dal colore giallo verde, con striature verticali che variano, a seconda della zona di coltivazione, dall'arancio tenue al rosso intenso. Essa fu scoperta pochi anni fa per caso, e si reputa essere un incrocio tra la varietà di mela Lady Hamilton e la mela Granny Smith. La mela Braeburn deve il suo nome al primo frutteto che l'ha prodotta per il commercio ortofrutticolo su larga scala, esportandola dalla Nuova Zelanda in tutto il mondo. Questa mela è una combinazione unica di dolce ed aspro: per questo è ideale se consumata fresca; è inoltre una delle poche varietà di mele che, una volta cotta, mantiene la sua bella forma tondeggiante. La raccolta della mela Braeburn avviene tra Ottobre ed Aprile, ma questa varietà è conosciuta anche per la capacità di sapersi ben mantenere se riposta in luoghi freschi ed asciutti ed è reperibile su tutti i mercati e gli ingrossi di mele.
  • In Belgio c’è poi stata una produzione di mele chiamate “Nicotter Kanzi”, una varietà prodotta da un incrocio di mele Braeburn. Queste particolari mele si presentano di un bel colore rosato tendente al rosso della buccia, con una forma regolare e di discrete dimensioni; hanno una polpa molto croccante, gradevolmente acidula ed aromatica. Essendo una varietà molto resistente alle manipolazioni, questa cultivar di mele è ideale come produzione di mele per l’industria, conservandosi perfettamente sino a maggio.
  • La mela Fuji è invece una varietà bicolore che proviene dal Giappone: il colore della buccia si presenta dal rosso chiaro allo scuro, screziato di giallo-verde, con una polpa compatta, croccante e succosa, e con un aroma intenso. Il gusto della mela Fuji è dolce, leggermente acidulo e aromatico. Oltre al Giappone, terra madre per eccellenza di questa particolare varietà di mela, la Fuiji viene prodotta anche nelle zone frutticole della Valtellina, ed è distribuita e esportata in tutto il mondo, grazie alle qualità che rimangono inalterate a lungo tempo.
  • Le mele Fuji Kiku 8 sono invece una mutazione di "Fuji", individuate e prodotte per il mercato ortofrutticolo da A. Braun in Giappone. Il frutto di questa mutazione genetica di mele “fuji”è di pezzatura grande, di forma rotonda leggermente allungata. Si tratta di una cultivar dalle ottime qualità organolettiche, che unisce un migliore aspetto al confronto con le altre "Fuji", presentando frutti uniformemente striati e di colore rosso rubino brillante. La polpa è molto croccante, aromatica ad alto tenore zuccherino.
  • La mela Golden Delicious è la varietà più diffusa in Italia e nel mondo: essa ha un’inconfondibile buccia gialla, più o meno rugginosa. Si tratta di una mela aromatica, dolce e croccante, con una polpa consistente e succosa, zuccherina e profumata. L’ideale per questa mela è il suo consumo da cruda, ma rende perfettamente il gusto anche se cotta, sia in versione dolce, per esempio come guarnizione per torte, sia nella preparazione di originali piatti salati. La mela Golden contiene zuccheri di rapido assorbimento, è diuretica, rinfrescante e disintossicante, ricca di polifenoli ad alta bio - attività, ed in grado di rallentare l'azione dannosa dei radicali liberi e di prevenire l'invecchiamento. Le qualità migliori di mele Golden Delicious producono per il mercato ortofrutticolo frutti piuttosto grossi, dal peso di circa 150 - 200 grammi, con la buccia di colore giallo dorato, esclusa la piccola parte intorno al picciolo. Esistono anche qualità di mele Golden Delicious dalla buccia verde chiaro, di pezzatura piccola, che sono apprezzate soprattutto all'estero: queste ultime hanno la polpa bianca, tendente al verde vicino al torsolo, ed un sapore dolce acidulo, con una consistenza leggermente farinosa quando le mele hanno raggiunto la piena maturazione, mentre sono più succose se i frutti non sono ancora completamente maturi. Queste tipologie di mele mantengono una lunga conservazione, e per questo motivo esse vengono prodotte in larga misura, distribuite da grossisti di mele e da aziende ortofrutticole, ed infine importate ed esportate con frequenza.
  • Varietà simile alla mela "Golden" è la mela “Tentation Delblush”, mele dalla bella presentazione e dalle ottime qualità gustative. Il frutto si presenta con una buccia giallo- dorata e la polpa fine, succosa, di sapore eccellente e di elevato contenuto zuccherino, con un gradevole aroma con vago sentore di anice; si tratta di una mela poco conosciuta e commercializzata da pochi, ma è in rapida scesa il suo successo sul mercato ortofrutticolo internazionale.
  • La mela Granny Smith è una varietà di origine australiana, con la buccia dal colore verde intenso per eccellenza, brillante e lucida. Si tratta di una mela da distribuzione e consumo: è molto succosa, croccante, dal sapore dolce e leggermente acidulo, compatta ed energetica. Oltre che da sola è molto apprezzata anche nelle insalate per il suo sapore gradevolmente asprigno. La mela Grannysmith è di maturazione autunnale e viene coltivata in gran parte nel territorio italiano, nonostante sia notevolmente esportata all’estero. Ottenuta incrociando per cultivar "Delbarestivale x Granny Smith" , si è creata la varietà di mele ibrida “Nicogreen green star”, una qualità di mele che possiedono una buccia di color verde chiaro con lenticelle bianche appena pronunciate e striature rosse sulla parte esposta al sole. La loro forma è bella e regolare: la polpa è molto croccante, gradevolmente acidula ed aroma rotondo. Queste mele si conservano in frigorifero sino a fine giugno senza perdere le sue qualità organolettiche, e per queste sono molto adatte al consumo da tavola.
  • La mela Renetta appartiene ad una varietà di mele molto pregiata, dall'aroma spiccato e l'ottima conservabilità: queste mele sono particolarmente adatte ad ambienti montani. Se la mela Renetta è appena matura ha una buccia di colore giallo-verde, dalla polpa molto tenera, succosa e poco zuccherina. E' adatta al consumo da tavola, sia cruda che cotta, poiché è un frutto che trasforma la sua aromatica acidità da cruda in dolcezza sugosa e compatta da cotta. Perfetta per i dolci, la mela renetta è solitamente l'ingrediente principale dello strudel, anche se adesso qualcuno predilige usare mele un po' più dolci nella preparazione del tipico dolce.
  • Particolare è la mela Pink Lady, con una buccia di colore rosa, con la polpa croccante e succulenta. Questa particolare mela ha un gusto dolce, intenso e aromatico: negli ultimi anni la mela Pink Lady ha sperimentato un gran successo sul mercato ortofrutticolo, tanto da essere distribuita, importata ed esportata in tutto il continente europeo.
  • Infine importanti varietà di mele sono la cultivar mela Imperatore, di maturazione invernale e di grossa pezzatura, utilizzata sia per il consumo diretto che per l’industria alimentare, la mela Jonagold, molto succosa ed aromatica, la mela Morgeduft, di sapore agrodolce, con la polpa molto compatta, la mela Pinova. Si tratta di nuove cultivar di mele, nate da poco ma già molto apprezzate, prodotte per import/export di mele nella grande distribuzione sul mercato ortofrutticolo, la mela Stark Delicious, la mela Red Chief, la mela Red Delicious e la mela Royal Gala.
  • Vi sono poi innumerevoli sperimentazioni al fine di creare nuove varietà per la distribuzione ed il commercio di mele sul mercato ortofrutticolo: tra queste ricordiamo dunque le varietà MODI’ CIVG 198, un’evoluzione di un progetto CIV sulla mela Rubens®. Il frutto di questa particolare varietà di mela è tronco-conico allungato, di ottimo calibro e di colore rosso porpora molto brillante sulla quasi totalità della superficie. La polpa è molto consistente, croccante, succosa e di colore giallo, con elevato tenore di zuccheri e di acidi. I caratteri organolettici della mela MODI’ sono rilevanti: essa infatti ha un ottimo grado di conservazione, con una polpa densa e succosa. Essa matura generalmente una settimana prima della mela “Golden Delicious”, con caratteristiche organolettiche che si mantengono inalterate nel tempo e conferiscono un'elevata distribuzione di mele Modì e importazione \ esportazione delle stesse su tutto il mercato ortofrutticolo europeo.
  • Altre varietà particolarissime di mele sono la tipologie di mele Caudle, prodotte e commercializzate sul mercato ortofrutticolo solo da pochissime aziende ortofrutticole appartenenti ad uno specifico club, le mele Honeycrunch, Di origine americana, derivanti da un incrocio "Honey Gold x Macun" e ottenuta e distribuita presso l'Università del Minnesota (USA) ; l’importazione della mela in Francia ha fatto sì che essa acquisisse maggior risonanza, e ad oggi molti ne apprezzano la polpa leggera, rinfrescante e deliziosamente croccante.
  • Infine c’è la mela Rubens, origine di un esperimento italiano, con la buccia di colore molto attraente con striature rosso-arancio su fondo verde-giallo.

 

Vedi anche:

 

LE MELE BIOLOGICHE
Come per tutta l’ortofrutta, anche nell’ambito della produzione di mele e della distribuzione di mele maggior attenzione è oggi riservata alle mele biologiche, frutto di un’agricoltura non invasiva con prodotti chimici sulle piante per cacciare parassiti e malattie.
Il produttore di mele biologiche oggi è un attento coltivatore che rispetta l’ambiente e ne ricava enormi potenzialità, traducibili in un prodotto ortofrutticolo più genuino, non trattato con prodotti chimici e più rispettoso dell’ambiente: questi specifici trattamenti fanno sì che le aziende ortofrutticole che producono mele biologiche abbiano certificazione con un apposito marchio che ne contraddistingue il carattere di tipo biologico
Anche in questo caso non mancano numerose varietà di mela biologica, dall’aspetto attraente e dal sapore molto invitante: esempi tipici di produzione di mele biologiche, poi distribuite all’ingrosso da grossisti, aziende ortofrutticole e rappresentanti nel commercio ortofrutticolo, sono la mela Biomela, la mela Vog e tante altre varietà di mele biologiche.
Molti coltivatori e grossisti di mele e prodotti ortofrutticoli si impegnano verso un’agricoltura più corretta e responsabile, salvaguardando le mele e gli altri prodotti ortofrutticoli in commercio senza utilizzare additivi e pesticidi chimici.
Anche l’occhio del consumatore si è infatti reso più attento e sensibile verso i prodotti derivanti da agricoltura biologica, in primis verso le mele biologiche, presenti sul mercato ortofrutticolo durante tutto l’anno grazie alla produzione, distribuzione, vendita ed esportazione da parte di aziende ortofrutticole, produttori di mele biologiche, grossisti che vendono all’ingrosso mele per il consumo diretto o per la lavorazione della mela nell’industria alimentare.
Vedi anche:

 

 

Produttori, aziende agricole, import export della MELE
A tutt’oggi esistono numerose aziende ed imprenditori agricoli che operano attivamente nel settore della lavorazione delle mela, nel commercio ortofrutticolo o nella vendita di frutta, tra cui spicca la produzione di mele: si tratta spesso di aziende certificate per la produzione di mele ed altri prodotti ortofrutticoli, in possesso di certificazione proveniente dall’UE.
Grazie ai nostri annuari FruitNEWSLETTER e MEC Ortofrutticolo (e le relative versioni digitali) puoi avere comodo supporto per metterti in contatto ed avere informazioni sulle principali aziende di ortofrutta ed ortaggi. In particolare puoi trovare un elenco di aziende:

E sempre per questa specifica coltivazione molto rilevante nel mondo delle aziende ortofrutticole ti forniamo la possibilità di accedere a zipmec.eu, il più grande motore di ricerca di aziende ortofrutticole di tutto il mondo dove avrai modo di reperire informazioni su

Facilmente consultabili e sempre aggiornati.
Si tratta di un elenco di aziende per la produzione di mele, la distribuzione di mele, la vendita di mele, l’import/export di mele, la vendita all’ingrosso di mele, ed in generale di ogni azienda presente sul mercato ortofrutticolo che si interessa di mele.
Oltre alle aziende legate al settore delle mele puoi trovare chiaramente elenchi e dati di tutte le aziende del mercato ortofrutticolo mondiale.
Vedi anche:

Il MEC Ortofrutticolo descrive tantissime varietà di mele: esso indica per ogni varietà di mela da semina o da consumo le caratteristiche agronomiche e morfologiche, accompagnate da un’illustrazione del tubero.
Nel catalogo sono riportate le caratteristiche del tubero, quali forma, colore della buccia e della polpa,
Per ogni varietà di mela il MEC Ortofrutticolo presenta l’elenco di aziende per mele, come produttori di mele, rappresentanti di mele, ingrossi di mele, importatori di mele ed esportatori di mele, specificando per ogni azienda ortofrutticola l’indirizzo della sede e l’eventuale sito web per contattare direttamente il produttore e distributore di mele.

Zipmec.eu

zipmec.eu

MecOrtofrutticolo.eu

mecortofrutticolo.eu

ZipmecDigital.eu

box_zipmecdigital.eu

Social network Zipmec.com

zip_twzip_fazip_yo





Seguici da subito sui migliori social network per restare sempre aggiornato sulle novità di Zipmec

Varietà ortofrutticole

Sondaggi

Come ci hai trovati?




Risultati

Follow Us