immagine

zipmec

Local
Roma

22122014

Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)Español(Spanish Formal International)
Banner

Patate - storia, produzione, commercio

LA PATATA
Fritta, al forno, bollita, a spicchi, a purea: la patata in qualche modo è sempre nei nostri menù, per la delizia del palato di grandi e piccini. La produzione di patate nel mondo è in continua ascesa, grazie al successo di questi particolari tuberi ed ai loro infiniti modi di essere cucinati e gustati senza perdere le loro qualità ergonomiche.

L’etimologia della parola patata deriva da batata, parola caraibica che denota la patata dolce.
Le origini della patata sono da ricercarsi più di 4000 fa tra il Cile ed il Perù, dove le popolazioni della Cordigliera delle Ande la coltivavano e la gustavano già.
La lunga pratica agricola e la produzione di patate ha consentito a queste popolazioni di mettere a punto una serie notevole di varietà di patate, che si possono adattare pressoché a qualsiasi clima mondiale, ed incrementare per questo il commercio di patate su scala planetaria. In Europa le patate arrivarono grazie agli spagnoli, intorno al 1570, i quali trasportarono con le navi mercantili di ritorno dal Nuovo Mondo anche alcune varietà di patate; da qui, dopo circa un cinquantennio, le patate vennero conosciute anche in Inghilterra e in Irlanda, dove entrarono immediatamente nella dieta della gente povera, poiché considerate un alimento povero.
Anche la lunga conservazione della patata dopo la raccolta ha privilegiato molto l’entrata di questo tubero nell’alimentazione generale ed il commercio della patata, in un’epoca nella quale risultava molto difficile conservare cibi e pietanze per lungo tempo.
Più refrattari furono invece i francesi, che inizialmente non introdussero le patate nel loro regime alimentare, convinti del fatto che la patata causasse la lebbra: solo grazie al contributo del farmacista Parmentier, che sperimentò le proprietà benefiche della patata durante la guerra dei sette anni come prigioniero dei Prussiani, la produzione di patate ed il consumo di patate si diffusero anche in Francia.
Sono un caso curioso invece gli Stati Uniti: qui venne conosciuta solo grazie alla esportazione di patate dall’Irlanda, nonostante la produzione di patate avvenisse proprio nel continente americano.
Il nome botanico della patata è Solanum tuberosum, e si tratta di una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Solanacee: a questa famiglia, oltre alle patate, appartengono migliaia di specie, tra cui i pomodori, le melanzane, i peperoni e la pianta del tabacco.

La parte ipogea del vegetale è costituita dalle radici e dagli stoloni più o meno allungati, alla cui estremità si formano i tuberi chiamati comunemente patate; proprio questi ultimi sono il prodotto per il quale normalmente la patata è coltivata.
Sia la polpa che la buccia della patata possono assumere colori diversi a seconda delle varietà. I tuberi sono provvisti di gemme disposte a spirale, mentre la parte epigea è costituita da uno o più fusti. I fiori di patata sono a forma di campana, colorati dal bianco al violaceo, ed i frutti sono bacche verdi o gialle contenenti numerosi semi.

Consultate sul nostro sito www.zipmec.eu l’elenco delle aziende di patate presenti sul database ortofrutticolo più vasto e aggiornato.
Vedi anche:

 

LA PRODUZIONE DI PATATE

Nell’ambito dell’ortofrutta le patate ormai sono considerate un alimento primario, sempre più importante in tutto il mondo: il motivo deriva dal fatto che le patate contengono elementi nutrizionali importanti per la nostra salute, come le fibre, il ferro, il potassio e le vitamine B e C. Esse inoltre non contengono grasso, hanno poche calorie ed un sapore invitante. Consapevoli dell’enorme potenziale che ha la patata nella lotta alla fame nel mondo e nell’aiuto alla povertà, persino le Nazioni Unite proclamarono il 2008 come anno internazionale della patata.

Il previsto calo delle risorse idriche nei decenni a venire pone la produzione di patate e il distributore di patate in una posizione più vantaggiosa rispetto ad altre principali colture alimentari in termini di produzione di materia secca, proteine ed energia, alimentando il commercio della patata in tutto il mondo.

Presente in coltura fino al 70° di latitudine nord e ad altitudini anche superiori ai 1.500 metri, la patata interessa un vastissimo areale geografico. Grazie alle numerose qualità specifiche, le patate possono crescere bene nelle più svariate condizioni climatiche in tutto il mondo; la pianta della patata è infatti caratterizzata da una buona adattabilità al clima ed all’habitat in cui si trova: si può pertanto produrre e coltivare la patata in aeree e latitudini anche molto diverse, variando solamente il periodo ed il metodo di coltivazione della varietà specifica di patata. Solitamente, ai fini della coltivazione della patata, le temperature ottimali si aggirano tra i 15° e i 20° C, a seconda delle fasi fenologiche.

La patata è a pieno titolo nel mercato ortofrutticolo mondiale, e grande rilevanza per la produzione e la distribuzione di patate, oltre all’Italia ed all’Europa, dove sono investiti a patata oltre 6 milioni di ettari, rivestono in particolare l’Asia (con 5,5 milioni di ettari coltivati) e il Sud America (con 1 milione di ettari coltivati).

La produzione di patate ed il commercio di patate nel mondo risulta di poco inferiore ai 300 milioni di tonnellate. I principali produttori e distributori di patate sono Russia, Polonia, Cina, Germania, Stati Uniti, India ed Olanda. In Italia la produzione annua di patate comuni si aggira attorno ad 1.500.000 tonnellate, ottenute su una superficie di circa 60.000 ettari. Il 45% dell'intera produzione di patate proviene da tre sole regioni, tra cui la Campania (22%), l’Emilia-Romagna (12%) e l’Abruzzo (11%). Altre aree importanti per questa coltura si trovano in Lazio, Veneto e Calabria.

Anche l’attenzione alle varietà più di successo e il rinnovamento varietale della patata, grazie anche all’introduzione sul mercato ortofrutticolo della patata biologica, sono fattori che hanno reso il produttore di patata e conseguentemente il distributore di patata avvantaggiati nella coltivazione di questo tubero.
Moltissime varietà di patate hanno anche una certificazione IGP, come la famosa patata di Montese, coltivata sull’Appennino Emiliano.

Il settore mondiale della patata deve oggi far fronte a molti aspetti diversi, quali i cambiamenti nelle diete dei consumatori, una crescente tendenza verso gli alimenti preparati pronti e uno stile di vita sano.
Le catene di supermercati e l’industria della lavorazione della patata acquisiscono sempre maggiore influenza, la concorrenza è in aumento e i consumatori richiedono una produzione rintracciabile e sostenibile; un altro importante aspetto riguarda l’aumento delle superfici in acri dedicate ad altre coltivazioni, per esempio a quelle utilizzate per la produzione di energia. Vi sono infine i fattori relativi al cambiamento climatico e a migliori possibilità di comunicazione.

I produttori di patate affrontano costantemente la stimolante sfida di una risposta a tali sviluppi commercializzando nuove varietà di patate per soddisfare i desideri dei clienti, con un conseguente successo del commercio di patate, dell’importazione e dell’esportazione di patate nel mondo.
Vedi anche:


LE VARIETA’ DI PATATE
Esistono numerose varietà di patate nel mondo: esse vengono classificate in base alla destinazione (patata da consumo, lavorazione della patata per industria), alle caratteristiche dei tuberi (forma, colore, ed aspetto della buccia, colore della polpa) ed alla durata del ciclo.

Tra le varietà di patate coltivate e distribuite sul mercato ortofrutticolo, riportiamo di seguito le più diffuse: la patata Monalisa, la patata Spunta, la patata Primura, la patata Arsy, la patata Sirco e la patata Agata, importate ed esportate diffusamente nel mondo, assieme al tipo di patata novella Aminca, Alcmaria, Spunta e Nicola.
Per le patate da industria invece troviamo soprattutto la patata Hermes al Nord, l’Agria al Centro, e la Lady Rosetta al Sud. Tra le cultivar a buccia gialla, le patate in commercio più diffuse in Italia sono Monalisa, Spunta, Primura, Agata, Liseta, Lutetia ed Arsy.
La specificazione della patata sulla base della sua pasta bianca o gialla è relativamente recente e arriva dai francesi, ancora oggi combattuti sulla scelta della varietà migliore per le famose frites. A queste due varietà si aggiungono la patata novella e la patata rossa.

La patata a pasta bianca, prodotta e commercializzata soprattutto in Italia, è di forma tonda e può essere di Napoli o di Como: si tratta di una specie di patata piuttosto farinosa, molto adatta alla preparazione di purè, sformati e qualunque piatto che ne prevede la frantumazione.

Vi è poi la patata a pasta gialla, più soda e compatta, abbastanza versatile; per la particolare composizione e consistenza della polpa, che trattiene in maniera significativa l'umidità, le patate a buccia gialla sono ideali per la cottura al forno ed in padella, arrosto o lessate. Tra le cultivar a buccia gialla, le più diffuse in Italia sono Adora, Almera, Lady Christl , Lady Claire, Lady Felicia, Monalisa, Spunta, Primura, Agata, Liseta, Lutetai, Juliette, Marine, Aida ed Arsy.

La patata Adora presenta tuberi grandi, di forma tondo-ovali con buccia e pasta di colore giallo chiaro: gli occhi sono alquanto superficiali. Questa patata è resistente alla cottura, rimanendo piuttosto integra ed il colore della pasta non cambia con la cottura; ben si presta quindi in cucina per essere sia lessata che fritta. La patata Adora è disponibile sul mercato ortofrutticolo nel periodo maggio-ottobre, e viene importata ed esportata in tutto il mondo.
Lady Claire è una patata perfetta per l'industria di trasformazione e lavorazione di patate. Essa può essere immagazzinata fino a 10 mesi e si può dunque fornire sul mercato ortofrutticolo tutto l'anno. Anche dopo un deposito lungo la qualità ed il gusto di questa specie di patata per lavorazione rimangono intatti. Lady Claire è una varietà affidabile, stabile e non è sensitiva alle ammaccature o ai danni meccanici derivanti dalle lavorazioni di patate a dall’importazione ed esportazione di patate in casse.

Lady Felicia è una patata con la polpa gialla con un gusto aromatico perfetto. I tuberi della sua pianta sono piuttosto solidi nella cottura. Per la sua capacità di conservazione si può fornire tutto l'anno sul mercato ortofrutticolo ed è particolarmente legata all’ingrosso di patate.
La finitura della buccia è molto attraente e perciò questa patata è adatta al lavaggio e al confezionamento in buste per la distribuzione di patate.
Lady Christl è invece una patata prodotta per il commercio da industria; essa è straordinaria per le sue qualità, tra cui l'ottima solidità alla cottura. I tuberi sono lunghi fino a formare ovali ed hanno una buccia bella e liscia, molto adatta al lavaggio. Si tratta di una patata di ottima commestibilità, e per questo venduta da ingrosso, una patata importata ed esportata in tutto il mondo.

Almera poi è una varietà di patata semi-precoce, a pasta giallo chiara, adatta per il consumo fresco. La sua pianta produce tuberi da ovale a lungo ovale, con occhi superficiali, pelle gialla, ed è caratterizzata da un'ottima produzione di patate dal calibro medio, con un contenuto di sostanza secca medio.
Infine Juliette è una varietà di patata da consumo fresco con tuberi di forma molto allungata e di calibro medio, dalla buccia e dalla pasta di colore giallo. Si tratta di una varietà di elevata qualità culinaria, grazie alla sua pasta molto soda, che ben si presta alla cottura in acqua ed a vapore e per tale attitudine è assai apprezzata dai mercati tedesco ed inglese, dove viene esportata.
Meno famosa ma non per questo poco importante è la patata rossa, dal gusto saporito e consistente, adatta ad ogni tipo di preparazione, e particolarmente indicata sia se saltata in padella sia se gustata al forno.

Le specie di patate rosse più diffuse sono la patata Asterix, la patata Lady Rosetta (patata di buon gusto, dai tuberi tondi ed uniformi, che produce patate affidabili e buone. Ottiene il suo contenuto di materie secca e il contenuto in zuccheri molto presto durante la stagione. Dà risultati eccellenti se consegnata direttamente dai campi e dai magazzini alla industria di trasformazione, che poi provvederà alla distribuzione di patate all’ingrosso o sul mercato di prodotti ortofrutticoli), la patata Kuroda e la patata Cherie.

La patata Kuroda è invece una varietà semi-tardiva, dalla pasta gialla con pelle rossa, particolarmente adatta per il consumo fresco e anche per essere fritta. I suoi tuberi sono di forma ovale, con occhi mediamente superficiali: la sua pianta produce pochi tuberi per pianta di calibro abbastanza grosso. E' adatta a tutti i terreni, anche se su terreni pesanti può dare una produzione di patate un po' inferiore.
La patata Cherie è un tipo di varietà da consumo fresco a ciclo precoce ed elevata produttività. I suoi tuberi risultano di colore rosso intenso ed a pasta gialla, di forma allungata e molto regolari. La pasta di questa particolare patata è soda ed ha un discreto tenore in sostanza secca, fatto che gli conferisce una buona attitudine alla preparazione di gnocchi, crocchette e patate fritte. Cherie è una patata da commercializzazione in piccole confezioni (1,5 - 2,5 Kg).
Infine vi è la patata Novella: si tratta di una specie di patata che viene raccolta immatura ed è disponibile per questo tutto l'anno, diffusamente coltivata e importata ed esportata nel mondo da grossisti di patate ed aziende ortofrutticole;la patata Novella è caratterizzata da polpa delicata e viene cucinata soprattutto arrosto o lessata.
Individuare la varietà di patata più confacente ai propri gusti è relativamente semplice: è necessario innanzitutto specificare quali requisiti deve soddisfare la varietà tenendo conto delle condizioni di coltivazione locali, le vendite di patate previste sul mercato ortofrutticolo e l’uso destinato; in questo modo si otterranno a una serie di caratteristiche a cui la vostra varietà dovrà rispondere.

Chiaramente per ogni varietà vi saranno caratteristiche specifiche, che qui di seguito indichiamo a titolo di consiglio per l’acquirente.
La caratteristica più importante delle patata da tavola, ad esempio, è una buona qualità di consumo, vale a dire un buon comportamento e resistenza della patata stessa durante la cottura, unitamente ad un sapore gradevole. Anche la produttività della specie di patata e la distribuzione della patata sul mercato ortofrutticolo è certamente da considerare, ma soprattutto è importante valutare durante la scelta della varietà adatta la resistenza alle malattie, in particolare alla peronospora della patata, alle malattie virali e ai nematodi.

Sempre maggiore importanza viene inoltre attribuita all’aspetto del tubero, poiché le patate sono offerte per la vendita diretta nei supermercati come prodotto già lavato in confezioni pronte per il consumo (o a volte si trovano nella quarta gamma: con il termine quarta gamma ci si riferisce alle confezioni pronte al consumo di ortaggi in generale, come insalata, mais, patate, fagioli, carote, pomodori, ecc.. solitamente disponibili al banco frigo in supermercati) oppure vengono offerte negli ingrossi di patate dentro a cassette da cui ciascun consumatore può valutare singolarmente la patata.
Per l’industria della lavorazione della patata occorre invece fare una distinzione tra le patatine fritte e le sfogliatine di patate, poiché le due tipologie di patate hanno requisiti diversi.

In generale, la produttività e la resistenza alle malattie e ai parassiti sono di importanza primaria anche nel caso delle patate da lavorazione o da distribuzione, ma vi sono altri fattori ugualmente importanti, come la forma del tubero, il contenuto di materia secca, un basso tasso di zucchero e la percentuale di tuberi di grandi dimensioni nella varietà di patata scelta.
Infine, per quanto riguarda l’industria della fecola di patate, essa si è evoluta negli ultimi decenni da un’industria stagionale ad un’industria di lavorazione a carattere permanente, in grado di assicurare al commercio ortofrutticolo una quantità maggiore e costante di prodotto. Oltre al massimo rendimento possibile di fecola per ettaro, la conservabilità del prodotto è diventata particolarmente importante ai fini della scelta della varietà di patata per la lavorazione e per il commercio ortofrutticolo.
Vedi anche:

 

LE PATATE BIOLOGICHE
Come tutte le colture rincalzate e l’ortofrutta in genere, la patata è considerata una coltura in cui il passaggio alla gestione biologica è ritenuto più facile, anche in virtù del possibile controllo parassitario con i prodotti fitosanitari a disposizione; l'agricoltura biologica è un'agricoltura di prevenzione che opera soprattutto nel miglioramento della fertilità del terreno, al fine di contenere, ridurre o eliminare i problemi di coltivazione: la risistemazione del terreno, finalizzata alla riduzione dei ristagni idrici; le rotazioni, per il contenimento delle malerbe e dei parassiti ed il miglioramento del contenuto della sostanza organica, sono pratiche agronomiche essenziali per una corretta e più facile produzione di patate biologiche.
Oggi nell’ambito della produzione di patate e della distribuzione di patate maggior attenzione è riservata alle patate biologiche, frutto di un’agricoltura non invasiva con prodotti chimici sulle piante per cacciare parassiti e malattie.
Il produttore di patate biologiche oggi è un attento coltivatore che rispetta l’ambiente e ne ricava enormi potenzialità, traducibili in un prodotto ortofrutticolo più genuino, non trattato con prodotti chimici e più rispettoso dell’ambiente: questi specifici trattamenti fanno sì che le aziende ortofrutticole che producono patate biologiche abbiano certificazione con un apposito marchio che ne contraddistingue il carattere di tipo biologico.
Il consumatore moderno oggi dà sempre più importanza alla coltivazione ecologica, ed è per questo che le catene di supermercati in Europa pongono essi stessi delle condizioni ai fornitori e distributori di patate riguardo all'uso di certe sostanze, come riscontrabile nelle direttive GLOBALGAP.
Per le patate di coltivazione biologica non si utilizza nessun tipo di fertilizzante o pesticida. Dal 2002, le patate biologiche d'Europa si sono potute rendere riconoscibili tramite uno specifico logo, che indica i trattamenti biologici, la coltivazione e la lavorazione della patata biologica.

Anche in questo caso non mancano numerose varietà di patata biologica, dall’aspetto attraente e dal sapore molto invitante: esempi tipici di produzione di patate biologiche, poi distribuite all’ingrosso da grossisti, aziende ortofrutticole e rappresentanti nel commercio ortofrutticolo, sono la patata a buccia gialla Agata, Ambra, Imola, Cosmos, Escort, Merit e la patata a buccia rossa Kuroda e Raja.
Molti coltivatori e grossisti di patate e prodotti ortofrutticoli si impegnano verso un’agricoltura più corretta e responsabile, salvaguardando le patate e gli altri prodotti ortofrutticoli in commercio senza utilizzare additivi e pesticidi chimici.

Anche l’occhio del consumatore si è infatti reso più attento e sensibile verso i prodotti derivanti da agricoltura biologica, in primis verso le patate biologiche, presenti sul mercato ortofrutticolo durante tutto l’anno grazie alla produzione, distribuzione, vendita ed esportazione da parte di aziende ortofrutticole, produttori di patate biologiche, grossisti che vendono all’ingrosso patate per il consumo diretto o per la lavorazione della patata nell’industria alimentare.
All’interno dei catalogo MEC Ortofrutticolo è indicato un elenco di aziende ortofrutticole per patate e di grossisti di patate che vendono, distribuiscono, importano ed esportano in tutto il mondo. Potete anche scegliere fra aziende che commerciano in patate da semina o patate da consumo.
Vedi anche:

 

Produttori, aziende agricole, import export delle PATATE
A tutt’oggi esistono numerose aziende ed imprenditori agricoli che operano attivamente nel settore della lavorazione della patata, nel commercio ortofrutticolo o nella vendita di ortaggi, tra cui spicca la produzione di patate: si tratta spesso di aziende certificate per la produzione di patate ed altri prodotti ortofrutticoli, in possesso di certificazione proveniente dall’UE.
Grazie ai nostri annuari FruitNEWSLETTER e MEC Ortofrutticolo (e le relative versioni digitali) puoi avere comodo supporto per metterti in contatto ed avere informazioni sulle principali aziende di ortofrutta ed ortaggi. In particolare puoi trovare un elenco di aziende:

E sempre per questa specifica coltivazione molto rilevante nel mondo delle aziende ortofrutticole ti forniamo la possibilità di accedere a zipmec.eu, il più grande motore di ricerca di aziende ortofrutticole di tutto il mondo dove avrai modo di reperire informazioni su

Facilmente consultabili e sempre aggiornati.
Si tratta di un elenco di aziende per la produzione di patate, la distribuzione di patate, la vendita di patate, l’import/export di patate, la vendita all’ingrosso di patate, ed in generale di ogni azienda presente sul mercato ortofrutticolo che si interessa di patate.
Oltre alle aziende legate al settore delle patate puoi trovare chiaramente elenchi e dati di tutte le aziende del mercato ortofrutticolo mondiale.
Vedi anche:

Il MEC Ortofrutticolo descrive tantissime varietà di patate: esso indica per ogni varietà di patata da semina o da consumo le caratteristiche agronomiche e morfologiche, accompagnate da un’illustrazione del tubero.
Nel catalogo sono riportate le caratteristiche del tubero, quali forma, colore della buccia e della polpa,
Per ogni varietà di patata il MEC Ortofrutticolo presenta l’elenco di aziende per patate, come produttori di patate, rappresentanti di patate, ingrossi di patate, importatori di patate ed esportatori di patate, specificando per ogni azienda ortofrutticola l’indirizzo della sede e l’eventuale sito web per contattare direttamente il produttore e distributore di patate.

Zipmec.eu

zipmec.eu

MecOrtofrutticolo.eu

mecortofrutticolo.eu

ZipmecDigital.eu

box_zipmecdigital.eu

Social network Zipmec.com

zip_twzip_fazip_yo





Seguici da subito sui migliori social network per restare sempre aggiornato sulle novità di Zipmec

Varietà ortofrutticole

Sondaggi

Come ci hai trovati?




Risultati

Follow Us